Pubblicato il

Neonati investiti in corso Lancieri: parla il padre del piccolo Salvatore, Luigi R.

Neonati investiti in corso Lancieri: parla il padre del piccolo Salvatore, Luigi R.

«Se potrò mai perdonare l'investitore? Di lui non mi importa nulla, l'unica cosa che conta sono la salute e la serenità della mia famiglia»

Sembrano migliorare progressivamente all’ospedale Regina Margherita di Torino le condizioni del piccolo Salvatore R., il neonato di due mesi investito giovedì pomeriggio in corso Lancieri, ad Aosta, dall’Audi A3 condotta dal rumeno Marius Pohrib, nei confronti del quale sabato il gip del Tribunale di Aosta ha convalidato il fermo e la misura cautelare in carcere. L’ematoma formatosi a seguito del brutto trauma cranico patito nella caduta a terra si sta via via assorbendo, motivo per cui ci siamo permessi di raccogliere – in esclusiva – la testimonianza del padre Luigi R. Nell’incidente, che solo per puro caso non ha avuto risvolti peggiori, sono state coinvolte anche Nathalie F., bimba di due mesi dimessa dopo una notte trascorsa in osservazione all’ospedale Beauregard, e le due mamme rimaste miracolosamente illese.
Il racconto di quei drammatici momenti, con tutti i diversi retroscena del caso, nel numero di Gazzetta Matin in edicola lunedì 4 febbraio 2013.
(pa.ba.)

ULTIME NOTIZIE