Pubblicato il

Assalto al portavalori: si stringe il cerchio delle indagini

Tutto ruoterebbe attorno alla presunta compatibilità delle armi ritrovate nel blitz del 22 dicembre a Rivoli con quelle utilizzate nell'azione del 17 a Pollein

Tutto ruoterebbe attorno alla presunta compatibilità delle armi ritrovate nel blitz del 22 dicembre a Rivoli con quelle utilizzate nell'azione del 17 a Pollein

Potrebbe essere molto vicina la svolta decisiva nelle indagini legate all’assalto al portavalori avvenuto il 17 dicembre scorso da parte di un commando composto presumibilmente da otto persone. Tutto potrebbe ruotare attorno alle figure di Michele Bassu, 38 anni, arrestato sabato scorso a Rivoli, in provincia di Torino, unitamente ai suoi complici Fabrizio Casanova, 41 anni, e Vincenzo Pasquino, 22. Al centro delle indagini attualmente c’è il confronto tra le armi ritrovate in occasione del blitz di sabato scorso a Rivoli e i proiettili e le cartucce recuperate sul luogo della tentata rapina. Alcune armi, tra le quali una Beretta AR 70.223 e un fucile a pompa, sono di fatto identiche a quelle utilizzate nell’assalto al furgone blindato.
(patrick barmasse)

ULTIME NOTIZIE