Pubblicato il

Calcio: la Pro Settimo rallenta l’Aygreville

Calcio: la Pro Settimo rallenta l’Aygreville

Il recupero della prima di ritorno finisce 1-1, le Aquile hanno solo più un punto di vantaggio sullo Sporting Bellinzago

AYGREVILLE 1 (1)
PRO SETTIMO 1 (1)
MARCATORI: 40′ pt Lopez; 43′ pt rig. Dalessandro.
AYGREVILLE (4-4-2): Gini, Salvadori (36′ st Didier Vuillemoz), Joly, Challancin, Marchesano, Xavier Vuillermoz, Pasteris, Furfori, Lopez, Caputo, Luca Marchetto (32′ st Matteo Marchetto). All.: Benedetti.
PRO SETTIMO (4-4-2): Guadio Pucci, Tramontana, Liotta, Barabino, Cacciatore, Grillo, Gallace, Rignanese, Dalessandro, Parisi (40′ st Di Renzo), Salvitto (38′ st Piotto). All.: Siciliano.
ARBITRO: Cernigliaro di Verona.
AMMONITI: Furfori, Barabino, Cacciatore e Di Renzo.
GRESSAN – Si chiude con un pareggio interno il 2012 dell’Aygreville, che sul perfetto sintetico di Gressan si fa imporre l’1-1 dalla Pro Settimo Eureka, ma si riporta comunque in vetta da sola al girone di Eccellenza con un punto di vantaggio sullo Sporting Bellinzago.
Nella prima partita del dopo-Masi, Benedetti opta per il 4-4-2, confinando Caputo a destra, mossa che toglie alle Aquile l’inventiva del loro numero dieci nella zona cruciale del terreno di gioco. Partita veloce, ma con pochi fraseggi palla a terra, visto che i rispettivi centrocampi vengono saltati dai lanci dalle retrovie. I locali sfiorano subito il vantaggio con un palo di Lopez, sulla ribattuta arriva Pasteris che manca clamorosamente l’appuntamento con il gol al debutto in maglia rossonera. Il match si sblocca a 5′ dal riposo: sontuoso break di Xavier Vuillermoz, che si fa trenta metri palla al piede e imbuca per Lopez, il gaucho scappa sul filo del fuorigioco (con conseguenti proteste torinesi) e giustizia Gaudio Pucci. Le lamentele nei confronti dell’arbitro si spostano nell’altra area tre giri di orologio più tardi, quando il signor Cernigliaro di Verona fischia un rigore dubbio agli ospiti: sul dischetto si presenta Dalessandro e si va negli spogliatoio sull’1-1.
Nella ripresa l’Aygreville cala fisicamente e diventa ancora più prevedibile. I granatieri ospiti fanno buona guardia sui traversoni dalla trequarti e Gaudio Pucci (nella foto mentre anticipa Pasteris in uscita alta) non corre praticamente pericoli, mentre la Pro in contropiede costruisce almeno tre clamorose palle-gol, ma Rignanese e, due volte, Dalessandro, fanno cilecca da pochi passi.
(davide pellegrino)

ULTIME NOTIZIE