Pubblicato il

E’ stata rimossa la luminaria delle polemiche all’Arco d’Augusto

La Confcommercio chiederà al comune l'autorizzazione a 'poggiare' la scritta luminosa nell'aiuola della piazzetta di fronte al monumento, sotto il maestoso albero

La Confcommercio chiederà al comune l'autorizzazione a 'poggiare' la scritta luminosa nell'aiuola della piazzetta di fronte al monumento, sotto il maestoso albero

E’ stata rimossa stamattina, martedì, la luminaria ‘La Confcommercio augura buone feste’, non autorizzata dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali, posizionata all’Arco d’Augusto qualche giorno addietro.
«L’iniziativa è di Confcommercio – spiega il pro sindaco Alberto Follien – che ci aveva chiesto l’autorizzazione per gli auguri alla città a loro spese, nel nome dell’auspicata collaborazione con i commercianti. Abbiamo comunicato loro il nome della ditta che per noi si occupa delle luminarie, la Metal Lux ma l’amministrazione comunale non ha niente a che fare con quella scritta. Ecco sì forse era un po’ vistosa, ma non mi sembra sia successo niente di grave. Ho sentito il Sovrintendente, quella su cui era poggiata la scritta è una proprietà regionale, non del comune. Così è stato ordinato di toglierla. Adesso la Confcommercio farà una richiesta di autorizzazione al Sindaco per posizionarla altrove».
«Ho appena inviato una mail al sindaco perchè autorizzi la nuova posa della luminaria – spiega Giuseppe Sagaria, vice presidente di Confcommercio – avremmo pensato al prato della piazzetta di fronte all’Arco d’Augusto, sotto il maestoso albero».
Rimarrà invece al suo posto quella ‘volante’, la medesima scritta, posizionata all’imbocco di via Aubert dal lato piazza della Repubblica. Vistosa anche quella, probabilmente, ma che non interessa alcun luogo ‘sensibile’.
(c.t.)

ULTIME NOTIZIE