Pubblicato il

Premio 60 e più alla Regione per i servizi agli anziani

Premio 60 e più alla Regione per i servizi agli anziani

L’assessore alla sanità, salute e politiche sociali, Albert Lanièce, ha ricevuto dalle mani del ministro alla Salute Renato Balduzzi il Premio 60 e più per i servizi messi in campo dalla Regione per gli anziani. La cerimonia si è tenuta ieri, martedì 27 novembre, a Roma, nella Sala Capitolare del Chiostro di Santa Maria sopra Minerva del Senato della Repubblica. Il riconoscimento viene attribuito non solo all’eccellenza medico-scientifica delle strutture sanitarie ma anche alla qualità del servizio pubblico, nel senso più ampio, quindi all’umanità dei professionisti, alla capacità di ascolto e di accoglienza del paziente, e in particolare dell’anziano.Questo premio – dichiara l’assessore Albert Lanièce – rappresenta un importante riconoscimento per il Governo regionale, a conferma delle attente e lungimiranti scelte fatte in questi anni da parte dell’Amministrazione regionale, oltre che una personale soddisfazione. Il riconoscimento ricevuto, da parte di un ente, FederAnziani, molto attento ai bisogni e alle necessità dei nostri anziani è motivo di orgoglio anche per tutti i valdostani. »
Il premio è promosso da FederAnziani con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministro della Salute, dell’AIFA-Agenzia Italiana del Farmaco, del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati
La Valle d’Aosta ha onorato da sempre i propri anziani e l’amministrazione regionale: le microcomunità per anziani si sono moltiplicate, oggi sono 30 le strutture per anziani, chiamate appunto microcomunità, su tutto il territorio valdostano che ospitano un totale di circa 1.130 anziani con un’età media che supera gli 83 anni; l’assistenza a domicilio è capillare ed efficiente e permette a oltre 870 persone di convivere con i propri familiari. A questo, si aggiunge la rete delle assistenti personali, le cosiddette badanti, per le quali è stato istituito un elenco regionale al quale sono iscritte oltre 800 persone, un piano della formazione e di certificazione delle competenze.

ULTIME NOTIZIE