Pubblicato il

Pd, per le primarie già 600 elettori iscritti

Pd, per le primarie già 600 elettori iscritti

Garantita l'apertura di 36 seggi in 34 comuni da Morgex a Gressoney

Per le primarie del Pd si voterà in 34 comuni da Morgex a Pont-St-Martin. Nell’operazione, che avrà il suo epilogo domenica 25 novembre, sono coinvolti oltre 100 volontari. «E’ un risultato gratificante che va incontro alle esigenze degli elettori. siamo riusciti ad allestire dieci seggi in più rispetto al 2007», ha sottolineato Davide Avati del coordinamento regionale per le primarie. «Il nostro compito sarà quello di vigilare sulla regolarità del voto». Del coordinamento oltre ad Avati (Pd) fanno parte Antonio Crea (Psi), Andrea Lamberti (Comitato Bersani), Vera Verducci (Tabacci), Erika Guichardaz (Puppato) e Fulvio Centoz (Renzi). A registrarsi fin qui sono stati in 600 «è un dato che ci incoraggia, che è significativo dell’interesse suscitato da questo importante appuntamento», ha sottolineato Avati. Le adesioni si raccolgono anche online «ma gli elettori devono poi ritirare la scheda per il voto negli uffici elettorali o direttamente nelle sedi di voto. Ci si può iscrivere direttamente ai seggi ma è meglio darlo prima per evitare le code. Il voto può essere espresso anche fuori dal comune di residenza», ha precisato Avati.

Gli uffici elettorali sono: ad Aosta nella sede del Pd di corso Battaglione, a Châtillon nella sede del circolo di via Chanoux, a Montjovet al ristorante Napoleon di località Brocard, a Morgex nella sede Unipol di via Valdigne, a Pont-Saint-Martin nella sede del circolo di via Chanoux, a Quart nel centro anziani di Villefranche, Saint-Vincent, gazebo di piazza Cavalieri di Vittorio Veneto e nel locale pubblico in via Biavaz, a Verrès nella sede del circolo di via Duca d’Aosta. I seggi sono stati suddivisi in principali, aperti dalle 8 alle 20, e sono: Morgex (sede Unipol), Saint-Pierre (municipio), a Gignod (municipio), a Charvensod (scuole elementari di Plan Felinaz), a Quart (centro anziani di Villefranche), a Chatillon (sede Pd), a Verrès (sede Pd), Pont-Saint-Martin (sede Pd) e ad Aosta (gazebo in piazza Chanoux, sede del Pd e gazebo di piazza Battaglione Cervino nel quartiere Dora). I seggi secondari, apertura parziale, sono: a Courmayeur (municipio 9-12), La Salle (municipio 15-18), Pré-St-Didier municipio (15-18), Sarre (municipio 9-12), Villeneuve (municipio 9-12), Aymavilles (municipio 9-12), Cogne (municipio (municipio 8-10), Valpelline (municipio 9-12), Gressan (scuole capoluogo 9-12), Pollein (municipio 9-12), Nus (municipio 9-12), Saint-Christophe (municipio 9-12), Saint-Marcel (Pro loco 9-12), Saint-Vincent (gazebo piazzza Vittorio Veneto), Chambave (saletta centre culturel 9-12), Valtournenche (municipio 9-10.30), Antey-Saint-André (biblioteca comunale 11-12), Issogne (auditorium 9-12), Champdepraz (municipio 9-12), Montjovet (sala Cim a Lebourg 9-12), Arnad (municipio 9-12), Champoluc (saletta vigili del fuoco 9-12), Donnas (bar La Balma 9-12), Gressoney Saint-Jean (sala di villa Margherita 8-10.30) e Fontainemore (centro visitatori Mont Mars 11-12). Gazebo per le iscrizioni saranno allestiti il 20 novembre in piazza del mercato ad Aosta e il 24 in via Aubert, angolo biblioteca. Per partecipare al voto è richiesto un contributo minimo di euro.

Qualora il 25 novembre nessun candidato raggiungesse il 50% dei suffragi si andrà al ballottaggio domenica 2 dicembre e la scelta sarà tra i due candidati con il maggiore numero di preferenze. «Se dovesse prodursi questo evento noi garantiremo l’apertura dei seggi principali», ha concluso Avati.

ULTIME NOTIZIE