Pubblicato il

Rifiuti: chiesti due rinvii a giudizio per il loro smaltimento in un cantiere

I fatti contestati risalgono all'estate scorsa, quando la Forestale sequestrò parte dell'area utile alla realizzazione della pompa bianca in via Roma, ad Aosta

I fatti contestati risalgono all'estate scorsa, quando la Forestale sequestrò parte dell'area utile alla realizzazione della pompa bianca in via Roma, ad Aosta

Due richieste di rinvio a giudizio. E’ quanto ha chiesto il pm Luca Ceccanti – a conclusione dell’inchiesta – nei confronti di Salvatore Rao, 46 anni, titolare della ditta incaricata della costruzione del distributore, e di Massimo Gariglio, 50 anni, autotrasportatore titolare dell’omonima società con sede a Volpiano, in provincia di Torino.
L’impresario edile era accusato di aver smaltito rifiuti prodotti in un cantiere in via Xavier de Maistre, nel centro di Aosta, interrandoli sotto una delle rampe di accesso alla nuova stazione di servizio, che dovrebbe entrare in funzione entro fine anno. L’autotrasportatore, invece, era finito nell’occhio del ciclone per aver falsificato il formulario in cui era specificata la natura dei rifiuti trasportati.
(pa.ba.)

ULTIME NOTIZIE