Pubblicato il

Caso Lavoyer, Rollandin: ”Scorretto innescare un processo”

Caso Lavoyer, Rollandin: ”Scorretto innescare un processo”

I lavori del Consiglio Valle sono ripresi oggi nel pomeriggio con all’ordine del giorno le dimissioni dell’assessore alle Finanze Claudio Lavoyer . ”La ragione della scelta dell’assessore è argomento già ampiamente dibattuto, Lavoyer ha ora il tempo necessario per dare spiegazioni che ci permettano di meglio valutare la situazione. E’ scorretto innescare un processo senza avere nulla di concreto per le mani”, ha detto il presidente Augusto Rollandin. L’ex assessore, nell’intervenire in aula, ha detto: ”Pur non avendo nulla da rimproverarmi ho sollevato la giunta dagli imbarazzi; ora potrò difendere la mia onorabilità e quella della mia famiglia. Confermo di essere sereno e di non avere commesso nulla di illecito”.
Di ”tourbillon di operazioni bancarie,di movimentazioni sostanziose che qualche perplessità l’hanno sollevata nella popolazione” ha parlato Roberto Louvin che ha chiesto di ”di ripensare il sistema di anagrafe patrimoniale degli eletti, che oggi permette di sapere se cambiamo una Panda con una Clio, ma che non fa emergere rapporti economici di enorme spessore. Sarà questo un tema su cui il nostro movimento si impegnerà fin dai prossimi giorni.
Per Raimondo Donzel, Pd, ”restano intatte tutte le perplessità per quella che resta una vicenda oscura e la politica deve essere trasparente”.

ULTIME NOTIZIE