Pubblicato il

Domani si riunisce il consiglio comunale del capolugo

Mercoledì si discuteranno 18 tra mozioni, interrogazioni e interpellanze

Mercoledì si discuteranno 18 tra mozioni, interrogazioni e interpellanze

Un debito fuori bilancio, l’intitolazione di un plesso scolastico, il regolamento per il progetto Museo a cielo aperto, le nuove indennità per gli amministratori comunali e la relazione della commissione permanente di controllo e garanzia sono gli argomenti che il consiglio comunale affronterà domani, martedì 24 gennaio, nella seduta deliberativa prima della parte programmatica che si preannuncia fiume con 18 mozioni, interpellanze e interrogazioni iscritte all’ordine del giorno.
Seduta deliberativa
La sezione civile del lavoro del tribunale di Aosta ha parzialmente accolto le istanze di Giuliano Machieraldo, dipendente del comune capoluogo per il diverso inquadramento professionale; il comune di Aosta dovrà riconoscergli circa 25 mila 500 euro che, sommati alle spese di giudizio portano il debito fuori bilancio a circa 31 mila 300 euro. Il plesso scolastico di Saint-Martin sarà intitolato al dottor Giovanni Pezzoli, già direttore didattico, ispettore tecnico e presidente del’Irrsae Valle d’Aosta ed esperto di didattico, pedagogia e plurilinguismo. Così come anticipato nelle scorse settimane dall’assessore alla Cultura Andrea Edoardo Paron, sarà istituita una Commissione di valutazione pm per il progetto Museo a cielo aperto, volto a valorizzare una ventina di jolis coins del capoluogo che oggi sono pressoché dimenticati.
Considerato che la legge regionale 32/2011 dispone la riduzione delle indennità spettanti ai consiglieri regionali nella misura del 65,1% anziché del 70% dell’indennità mensile lorda di carica percepita dai componenti della Camera dei deputati, ne consegue che mensilmente ai consiglieri regionali spettano 7 mila 345 euro lorde, la stessa indennità di funzione che spetterà al sindaco Bruno Giordano. Il vice sindaco guadagnerà il 70% dell’indennità spettante al sindaco e cioè poco più di 5 mila 140 euro al mese; agli assessori spettano 4 mila 407 euro, ai consiglieri comunali 954 euro mentre il presidente del consiglio comunale guadagnerà 2 mila 203 euro e il suo vice mille e 28 euro. All’attenzione degli amministratori anche la relazione dell’attività 2011 della Commissione di Garanzia e Controllo presieduta dal consigliere Carlo Curtaz che nell’anno appena concluso si è riunita otto volte e che registra, tra l’altro, un’attività di approfondimento specifica sull’Aps di Aosta e sulla complessa materia dello status giuridico delle società in house e partecipate.
(c.t.)

ULTIME NOTIZIE