Pubblicato il

Pirogassificatore, Rollandin: ”E’ materia ambientale non assoggettabile a referendum”

Pirogassificatore, Rollandin: ”E’ materia ambientale non assoggettabile a referendum”

Pirogassificatore, spunta un ricorso al Presidente della Repubblica dell'Associazione nazionale imprese difesa ambiente (Anida) contro l'amissibilità del referendum che prevede il divieto di realizzazione di impianti di trattamento a caldo

”La gestione dei rifiuti è materia ambientale e in quanto tale non assoggettabile a referendum. E le azioni portate avanti da Asso-Consum e da Anida vanno in questa direzione”. Lo ha sottolineato il presidente della Giunta Augusto Rollandin commentando il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica proposto dall’Associazione nazionale imprese difesa ambiente-Anida per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, del provvedimento della Commissione regionale per i procedimenti referendari in data 20 settembre 2011. In quella data la commissione, composta dai professori Mario Dogliani, Michele Fino e Alfonso Di Giovine, aveva decretato l’ammissibilita’ della proposta di legge referenderia che prevede il divieto di realizzazione di impianti di trattamento a caldo. In campo, contro la decisione della commissione, era scesa anche l’Asso-Consum Onlus. C’è un terzo ricorso in ballo: quello presentato dal raggruppamento temporaneo di imprese (Aimeri Ambiente srl e Sct Sorain Cecchini Tecno srl) contro l’esclusione dall’appalto della Regione concernente la costruzione e gestione del pirogassificatore. Il Tar Valle d’Aosta ne discuterà il 14 marzo. Tanti ricorsi, tuttavia, secondo il capo dell’esecutivo ”non dovrebbero incidere sulla tabella di marcia per la realizzazione del pirogassificatore perché abbiamo margini importanti sui tempi presi”.

ULTIME NOTIZIE