Pubblicato il

Roisan, è scontro aperto sul polo artigianale di Rhins

Roisan, è scontro aperto sul polo artigianale di Rhins

La minoranza ha raccolto oltre duecento firme che porterà in consiglio nella prossima seduta

Forte di oltre duecento firme la minoranza, l’una capitanata da Thierry Rosset e l’altra da Helen Isabel, scalda i motori e annuncia battaglia in consiglio sul polo artigianale di Rhins. Le opposizioni non hanno mai digerito il cambio di destinazione, da agricola in commerciale, dell’area e riprovano a stoppare la decisione del sindaco Gabriel Diémoz. A dar loro man forte anche l’ex primo cittadino Silvio Barrel. «Vogliono fare scempio della piana di Roisan e noi non siamo d’accordo. Un’area a vocazione artigianale già esiste: sono gli 8 mila metri quadrati a Closellinaz. A chi servono i 15 mila aggiuntivi di Rhins?», commenta Barrel. L’amministrazione, dal canto suo, non vuole ritornare sui suoi passi. Così è deciso nella variante sostanziale al piano regolatore e così sarà anche se la seconda ondata di osservazioni deve ancora passare al vaglio dell’assemblea cittadina. Ampio servizio su Gazzetta Matin in edicola oggi, lunedì 16.

ULTIME NOTIZIE