Pubblicato il

Tassa di soggiorno, sì per tutti i Comuni da giugno 2012

Parere favorevole del Cpel all'applicazione di un prezzo medio che va da un minimo di 0,20 centesimi a un massimo di 3 euro

Parere favorevole del Cpel all'applicazione di un prezzo medio che va da un minimo di 0,20 centesimi a un massimo di 3 euro

I turisti che sceglieranno la Valle d’Aosta per le prossime vacanze estive si vedranno addebitare sul conto anche la tassa di soggiorno, a partire dal mese di giugno 2012.
Lo ha comunicato il Celva, in seguito al parere favorevole del Cpel (Consorzio permanente enti locali). Nel silenzio della legge finanziaria regionale, la decorrenza della riscossione per i Comuni che applicheranno tale tassa è stata stabilita a partire da giugno 2012. L’importo di questa è determinata secondo criteri di gradualità in proporzione al prezzo e cioè attraverso l’individuazione del prezzo medio, comprensivo di IVA, per persona e per notte di soggiorno, tale ‘prezzo medio’ si ricava dalla media aritmetica tra il minor prezzo minimo e il maggior prezzo massimo, comunicati dalla struttura ricettiva alle strutture regionali competenti; si avranno così importi variabili da un minimo di 0,20 centesimi(per un prezzo medio fino a euro 20,00) ad un massimo di 3,00 euro (per un prezzo medio oltre euro 200,00). Sino a ottobre e cioè sino a una risposta “valutativa” degli operatori del settore,l’imposta avrà carattere sperimentale.
(va.lu.)

ULTIME NOTIZIE