Pubblicato il

Il Consiglio boccia l’election day, la proposta di Alpe

Il Consiglio boccia l’election day, la proposta di Alpe

Per Bertin moltiplicare le spese elettorali separando elezioni e referendum è uno sperpero di finanza pubblica che indigna i contribuenti

Moltiplicare le spese elettorali separando elezioni e referendum è uno sperpero di finanza pubblica che indigna i contribuenti”. Commenta così il consigliere Alberto Bertin (Alpe) la bocciatura in aula consiliare della proposta di legge per l’introduzione dell’election day. ‘’La nostra proposta di legge è rimasta all’esame della prima Commissione per sei mesi – ha sottolineato il consigliere Bertin -, durante i quali non sono state presentate osservazioni ed è stato chiesto, invece, un rinvio della discussione, per poter presentare una proposta della maggioranza. Questa proposta non l’abbiamo mai vista, prosegue Bertin mentre in extremis sono arrivati i rilievi del Presidente della Regione, secondo il quale la legge contrasterebbe con la vigente legislazione in materia. Si tratta di rilievi inconsistenti, superabili comunque con emendamenti tecnici che abbiamo presentato.

ULTIME NOTIZIE