Pubblicato il

‘Coccole’ per conquistare turisti francesi e svizzeri

‘Coccole’ per conquistare turisti francesi e svizzeri

Câlin Valdôtain, il progetto della Chambre, offre a chi spende chez nous almeno 75 euro, due biglietti per i tunnel e un voucher da 20 euro da spendere in una struttura alberghiera aderente a Booking VdA

Quattro sabati, il primo proprio il 26 novembre e due martedì ‘festivi’, il 6 e il 13 dicembre; sono le date giuste per una coccola tutta valdostana, un trattamento speciale per la clientela straniera – svizzera e francese in particolare – che sceglierà la nostra regione per gli acquisti natalizi e non. Si chiama Câlin Valdôtain l’iniziativa che la Chambre Valdôtaine ha pensato per incentivare la propensione agli acquisti della clientela straniera. Il progetto si concretizzerà con l’erogazione di due biglietti di transito del tunnel del Monte Bianco o del Gran San Bernardo per tutti i residenti all’estero che dimostreranno – attraverso gli opportuni giustificativi – di aver effettuato acquisti nella regione per almeno 75 euro; gli stessi turisti otterranno un buono del valore di 20 euro da utilizzare a fronte di una spesa minima di 50 euro presso le strutture ricettive valdostane iscritti al sito VdA Booking che aderiscono all’iniziativa. Saranno organizzati tre punti di raccolta dei giustificativi di spesa, due nei pressi dei due tunnel e uno all’Office du Tourisme di Aosta, dove saranno verificati i giustificativi, consegnati i biglietti omaggi e i tagliandi per gli hotels.
«Una iniziativa pensata per promuovere il made in Italy sfruttando la nostra prossimità – ha spiegato il presidente della Chambre Nicola Rosset – con l’obiettivo di avere un rapporto più stretto con le regioni vicine a noi e perchè no, approfittare del periodo di forma del franco svizzero. Abbiamo pensato a due mercati vicini da intercettare e che ci interessa incrementare e sviluppare».
L’impegno economico della Chambre è di 300 mila euro, «la collaborazione dei due tunnel, dell’associazione degli albergatori, dell’Office du Tourisme e di Confcommercio e Confesercenti è stata fondamentale per lanciare la nostra iniziativa» – ha concluso Nicola Rosset (in foto).

ULTIME NOTIZIE