Pubblicato il

Michel Chabod, «piccoli ma continui miglioramenti»

Michel Chabod, «piccoli ma continui miglioramenti»

L'amministrazione di Valsavarenche ha promosso una raccolta di fondi per aiutare il giovane ingegnere che otto mesi addietro rimase intrappolato nella sua auto schiacciata da un masso

Per iniziativa dell’amministrazione comunale di Valsavarenche, è stato aperto un conto corrente postale per promuovere una raccolta fondi a favore di Michel Chabod, il giovane ingegnere che otto mesi fu vittima di un incidente sulla strada tra Aymavilles e Villeneuve. Un masso di oltre un metro cubo colpì in pieno la sua auto, schiacciandolo e intrappolandolo tra le lamiere. Dopo un mese di rianimazione al Parini, Michel è stato trasferito in una clinica di Sarzana; da un mese circa si trova invece nei pressi di Parma, in una clinica riabilitativa specializzata in grandi traumi.
«Se penso a otto mesi addietro vedo un miracolo – spiega la moglie Francesca Pascal – non è ancora venuto fuori il ‘vecchio’ carattere di Michel, ma i miglioramenti sono piccoli e costanti. Ci hanno detto che entro l’anno si può ancora recuperare, poi si può solo stabilizzare; ma non ci crediamo, vogliamo portare a casa Michel, lo rivogliamo presto con noi.
Non ho parole per ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto me e la mia famiglia in questi mesi, chi ci ha aiutato sostenendoci moralmente, chi ci ha mostrato solidarietà e chi ci ha aiutati dal punto di vista economico. A loro va la gratitudine mia, di mia figlia e di tutta la nostra famiglia».
Chi volesse contribuire può versare la propria offerta sul conto corrente postale del ‘Comitato a favore di Michel Chabod’, numero 1001920139, Iban IT21S0760101200001001920139.
Nella foto scattata qualche settimana addietro, Michel Chabod con la figlia Annemarie di 5 anni.
(cinzia timpano)

ULTIME NOTIZIE